Il Piccolo Blog

Arredamento retail, non si lasci nulla al caso. Ma ci sono delle tendenze

Arredamento retail

Che cosa è il retail design

L’occhio vuole la sua parte, ovvero in un negozio un cliente deve riuscire a trovare senza problemi la merce che desidera, in mezzo a tutta l’altra, e essere guidato nella sua esperienza di acquisto. Non conta, in un esercizio commerciale, solamente la qualità di ciò che si vende (anche se naturalmente è basilare, perché senza quella difficilmente i clienti si fidelizzano) bensì anche come si presenta e come è arredato. Non è un caso che esiste una disciplina dedicata proprio a questo concetto: l’arredamento retail o retail design, con professionisti del settore.

La figura del retail designer ha preso piede negli anni, con le evoluzioni che hanno visto sempre più professionalizzazione in ambiti diversi, compreso il design. In particolare l’arredamento retail è diventato importante nella storia quando, da negozi con laboratori annessi, si è iniziato a passare a supermercati con più tipologie di merce da mettere in evidenza, con l’aiuto del visual merchandising. Spesso quelli per esercizi commerciali sono progetti per un arredamento chiavi in mano, dove un designer si occupa di un servizio contract, ovvero realizza l’intero arredamento per il cliente, per esempio una gioielleria.

Un arredamento retail deve essere pensato in base al target di clienti

Se quando si parla di una casa il gusto della persona che la abiterà è l’elemento più importante da cui partire, quando invece si ha a che fare con un negozio è indispensabile rispettare alcune regole. Il cliente va infatti attratto nel modo corretto, a partire dal target di persona che si desideri acquisti. Non si può paragonare un arredamento retail (termine che letteralmente significa vendita al dettaglio) di un negozio che si rivolge a giovani e quello di uno che vuole attrarre donne di una certa età, per esempio, per non parlare di tipologie completamente diverse come un negozio di abiti e uno di tecnologia.

Il ruolo della tecnologia

Ma anche l’arredamento retail, pur rimanendo diverso settore per settore, conosce delle tendenze, come ogni ramo del design stesso. In primis i negozi devono competere non solo con altri esercizi commerciali fisici bensì anche con l’online, spesso sono essi stessi anche presenti in rete. La tecnologia non poteva dunque che entrare nell’arredamento di un negozio. Infatti ci si è abituati a comprare online e anche nei negozi fisici ora si mettono spesso a disposizione elementi tecnologici che favoriscono il percorso di acquisto, dagli smartphone-guida alle casse online, e interattivi, che come totem, schermi o elementi di segnaletica digitale.

Minimalismo e atmosfera, le tendenze degli ultimi anni

I negozi negli ultimi anni stanno diventando sempre più minimalisti. Si predilige dunque una esposizione della merce lineare e semplice, dove non ci sono più elementi superflui. Il cliente si deve concentrare subito e solo sulla merce. Per esempio, per l’abbigliamento piacciono gli stender singoli o doppi, mentre per settori come profumerie, cura del corpo e altri via libera a semplici ripiani e scaffalature minimal, dove non c’è nulla in più della merce. È importante esporre in modo ordinato e razionale ciò che si vende, lasciando anche spazi vuoti: meglio meno articoli che sappiano però raccontare una storia, che porta il cliente all’acquisto.

D’altro canto per differenziare l’esperienza di acquisto in un negozio fisico da quella in un ecommerce l’arredamento retail cura molto anche l’atmosfera. Vengono visti con piacere colori che richiamano la natura, dal blu dell’acqua al verde degli alberi, oltre che tinte chiare come il classico bianco ma anche i terracotta e i beige che richiamano a un clima familiare. Il cliente deve sentirsi sicuro, rilassato e accolto.

Anche l’arredamento retail bada alla sostenibilità

E a proposito di natura, come in ogni settore, attenzione alla sostenibilità, per esempio con il massiccio uso del legno, materiale sostenibile e riciclabile per eccellenza, nei negozi. Essi cercano di essere sempre più rispettosi dell’ambiente, con materiali ecologici e a basso impatto ambientale.

Devi realizzare un progetto di Interior Design?
Devi arredare casa o un singolo ambiente?

Scegli una falegnameria di alto livello.
Contattaci

Il Piccolo, falegnameria a conduzione familiare di seconda generazione, apre il proprio showroom a Lugano. Con oltre 50 anni di esperienza, Il Piccolo porta con sé un bagaglio di conoscenze tecniche e progettuali di assoluto livello, grazie ai numerosi interni progettati e arredati in tutto il mondo. Inoltre, Il Piccolo rappresenta i brand più prestigiosi dell’arredamento mondiale.
Il Piccolo progetta, produce e vende il meglio dell’interior design made in Italy, seguendo il cliente dalla progettazione fino alla realizzazione, consegna e posa del lavoro, integrando il processo con un servizio di assistenza preciso e professionale. CONTATTACI

Il Piccolo, attivita’ di famiglia di seconda generazione, apre il proprio showroom a Lugano. Con oltre 40 anni di esperienza Il Piccolo porta con sé un bagaglio di conoscenze tecniche e progettuali di assoluto livello, grazie ai numerosi interni progettati e arredati in tutto il mondo. Inoltre, Il Piccolo rappresenta molti dei marchi

Iscriviti alla Newsletter

Altri articoli dal nostro blog

Scopri i trend dell'interior design nel 2021! Scarica l'e-book