Il Piccolo Blog

Cucine a scomparsa, il design che fa risparmiare spazio

A quali ambienti sono adatte le cucine a scomparsa?

Quando serve, è una cucina attrezzata con le migliori tecnologie per preparare i pasti, quando non si deve cucinare diventa una parete, una credenza, uno spazio vuoto. Si stanno diffondendo sempre più le cucine a scomparsa e l’evoluzione, come spesso accade nel mondo dell’arredamento, si sta orientando man mano verso soluzioni di alto design.

Le cucine a scomparsa sono pensate per contesti quali possono essere le cucine in ufficio, per esempio, i monolocali, oppure per spazi che uniscono ambienti diversi come cucina e salotto. E dato che gli appartamenti senza divisioni tra i vari locali sono sempre più diffusi, anche le cucine diventano spesso a scomparsa.

Come sono fatte le cucine a scomparsa

Questo tipo di cucina, caratterizzato da grande compattezza, è composto nella maggior parte dei casi da una struttura monoblocco componibile, capace di chiudersi, quando non serve, come se fosse un armadio o una parete. È formato da una nicchia in cui inserire il piano da lavoro dove cucinare e gli utensili, da chiudere tramite ante scorrevoli, a soffietto, a pacchetto, a battente o a tapparella. Il piano dove si svolge la preparazione vera e propria del pasto ha solitamente un piano cucina, un lavello e una vasca. Esistono anche prodotti composte a moduli.

Armadi, pareti e non solo: ciascuna idea è design

Una cucina a scomparsa, quando viene nascosta, non diventa necessariamente un armadio. Qualcuno ha pensato a dei modelli che si trasformino in tavoli, creando dunque uno spazio completamente diverso e funzionale. Diviene un mobile, un complemento d’arredo a tutti gli effetti, da scegliere in base all’arredamento per arricchirlo e valorizzarlo.

I designer e gli architetti si possono sbizzarrire a creare idee sempre più creative, moderne, innovative e dunque apprezzate da chi cerca il bello e l’originale: dal collocare la cucina a scomparsa in corridoio o incassata nel muro.

Dietro alle cucine a scomparsa c’è un nuovo modo di concepire gli spazi

È una soluzione che permette di sfruttare in modo creativo e versatile lo spazio a disposizione. È minimalista e moderna, ma adesso queste caratteristiche non bastano più: gli utenti desiderano che siano anche di design, che diano un tocco in più.
Oltre all’aspetto, studiato con materiali pregiati e forme accattivanti, ad essere parte integrante del design della casa è la visione stessa che sta dietro alle cucine a scomparsa. Se le prime rispondevano alla sola esigenza di ovviare al poco spazio disponibile, ora portano con loro un’idea di casa futuristica e multifunzionale. Rispetto a quel che accadeva una volta, quando il focolare era il cuore della casa, non si ama, quando ci si riposa nel tempo libero, vedere la cucina. È ritenuto più rilassante ed elegante avere davanti agli occhi un mobile, una parete o una armadi.

Cucine a scomparsa perfette con lo stile minimal

Le cucine a scomparsa si integrano al meglio con un arredamento minimal, il più adatto per design e concezione a ospitarle. In effetti, poco senso avrebbe una cucina che scompare in un appartamento in cui vi sono mobili antichi o un’estetica ridondante.

Possono essere costruite con diversi materiali. Si va dal classico legno (noce, legno massello, rovere, olmo, abete) ai suoi derivati sino al metalli come l’acciaio inox. A integrarsi al meglio in un ambiente già minimalista, per continuare a creare un effetto pulito, elegante e funzionale, sono di tendenza i laccati in vari colori. La scelta delle tinte del blocco cucina e dei panelli scorrevoli sono sovente una scelta di puro design.

In molti casi le cucine a scomparsa sono integrate con un sistema domotico, che tramite sensori di sicurezza permette di controllare che alla chiusura non ci siano oggetti che la ostacolano.

La funzione originale: non solo design ma necessità di occupare poco spazio

Se adesso si tratta soprattutto di un elemento di design, sopravvive anche l’originale funzione dell’occupare poco spazio in ambienti piccoli. Esistono molti modelli di cucine a scomparsa mini, adattissime a monolocali o ad appartamenti di vacanza, dove la cucina deve essere piccola per non ingombrare ed anche funzionale.

l Piccolo, attivita’ di famiglia di seconda generazione, apre il proprio showroom a Lugano. Con oltre 40 anni di esperienza Il Piccolo porta con sé un bagaglio di conoscenze tecniche e progettuali di assoluto livello, grazie ai numerosi interni progettati e arredati in tutto il mondo. Inoltre, Il Piccolo rappresenta molti dei marchi
Progettiamo, produciamo e vendiamo il meglio del design.
Seguiamo il cliente dalla progettazione fino alla realizzazione del progetto integrando il processo con un servizio preciso e professionale.

contattaci

l Piccolo, attivita’ di famiglia di seconda generazione, apre il proprio showroom a Lugano. Con oltre 40 anni di esperienza Il Piccolo porta con sé un bagaglio di conoscenze tecniche e progettuali di assoluto livello, grazie ai numerosi interni progettati e arredati in tutto il mondo. Inoltre, Il Piccolo rappresenta molti dei marchi
Progettiamo, produciamo e vendiamo il meglio del design.
Seguiamo il cliente dalla progettazione fino alla realizzazione del progetto integrando il processo con un servizio preciso e professionale.

Il Piccolo, attivita’ di famiglia di seconda generazione, apre il proprio showroom a Lugano. Con oltre 40 anni di esperienza Il Piccolo porta con sé un bagaglio di conoscenze tecniche e progettuali di assoluto livello, grazie ai numerosi interni progettati e arredati in tutto il mondo. Inoltre, Il Piccolo rappresenta molti dei marchi

Altri articoli dal nostro blog

Scopri i trend dell'interior design nel 2021! Scarica l'e-book