Il Piccolo Blog

Le cucine moderne con isola: che cosa sono e come sceglierle?

cucine con isola di lusso

La cucina è lo spazio della casa che negli ultimi decenni ha subito i cambiamenti più evidenti. Se negli anni Settanta e Ottanta la tendenza era quella di separare lo spazio in cui si preparano i cibi dalla zona living, grossomodo dal 2000 in poi si è iniziato a integrare sempre di più la cucina con il soggiorno. Le cucine moderne con isola rappresentano l’ultimo step di questa trasformazione, con la zona cottura che diventa il punto focale della stanza e attorno a cui ruota tutto il resto dell’arredamento.

Quali sono i vantaggi di scegliere una cucina con isola

Sistemare nella stanza un’isola centrale presenta diversi vantaggi: innanzitutto, permette di organizzare lo spazio in maniera più efficiente e funzionale, sfruttando al meglio l’ampiezza della stanza. L’assenza di muri divisori aumenta anche la luminosità dell’ambiente e dà un’impressione di fluidità allo spazio.

Le cucine moderne con isola sono perfette in un open space o in una casa in cui c’è una zona living a pianta aperta. Maggiore è la dimensione della stanza, migliore sarà l’effetto finale del progetto. Indicativamente, è consigliato avere almeno 1,20 metri di spazio libero attorno all’isola, per permettere il passaggio e tutte le operazioni necessarie alla preparazione dei pasti.

La presenza dell’isola definisce anche visivamente gli spazi, arreda la stanza con personalità e permette di mascherare la presenza degli elettrodomestici. L’ambiente della cucina risulta organizzato in maniera più efficiente e si possono sfruttare in modo originale le isole per ricavare ripiani e contenitori extra in cui riporre pentole, piatti e utensili da cucina.

Questo tipo di organizzazione dello spazio sottolinea anche la convivialità della cucina. Il momento della preparazione dei pasti diventa in qualche modo un momento sociale e di condivisione con la famiglia e con gli ospiti. Ci si può ritrovare attorno all’isola per un aperitivo o per fare quattro chiacchiere.

Le cucine con isola sono indicate in modo particolare per le case arredate in stile contemporaneo e minimal ma, con i dovuti accorgimenti, nessuno vieta di poterne inserire una in un ambiente classico o rustico.

cucina con isola, un esempio

Come assemblare una cucina con isola?

Si può decidere di inserire una cucina con isola sia nelle case di nuova progettazione sia in caso di ristrutturazione. Quando ci si occupa del progetto bisogna fare particolare attenzione a predisporre gli allacci all’impianto elettrico, idraulico o del gas e prevedere un’adeguata illuminazione dell’isola.

A seconda delle preferenze di chi vive in casa e dello spazio a disposizione, si può inserire un’isola da usare solo come piano di lavoro o piano d’appoggio oppure un’isola funzionale. Tipicamente, si trasferisce sull’isola il piano cottura, che può essere a gas o a induzione. Tra le soluzioni d’arredo più moderne ci sono anche piani a induzione integrati nel top, invisibili quando sono spenti e che regalano un colpo d’occhio straordinario.

Si può anche decidere di lasciare la cucina a parete e di usare l’isola per la preparazione dei cibi e per le pulizie, trasferendo al centro della stanza il lavello e la lavastoviglie. Nelle stanze più ampie si può introdurre un’isola multifunzione, in cui sono racchiusi sia il piano cottura sia il lavandino.

come scegliere una cucina con isola

In fase di progettazione, si può decidere di far diventare l’isola il punto centrale di tutta la cucina oppure di garantire un buon equilibrio tra l’isola e la cucina a parete. Nel primo caso si può agire su materiali e colori e fare scelte che fanno risaltare l’isola rispetto al resto della stanza. Un’isola in colori scuri a contrasto con gli scaffali a parete bianchi o in colori neutri attira subito lo sguardo. Scegliendo invece lo stesso colore per tutti gli elementi della cucina si garantisce continuità al progetto e si può intervenire con il colore con degli accenti qua e là assicurati dalle ceramiche e dagli utensili usati in cucina.

La cappa è una delle grandi protagoniste delle cucine con isola. La presenza al centro della stanza permette di far risaltare cappe di design e soluzioni esteticamente ricercate. Quando si sceglie la cappa bisogna cercare un buon compromesso tra l’estetica e la funzionalità. È fondamentale accertarsi che il modello che si sta valutando abbia una capacità di aspirazione sufficiente a catturare gli odori e i fumi, per impedire che si estendano nelle altre stanze della casa. Per rendere ancora più pratica e funzionale la cappa si può scegliere un modello che può fungere anche da piano d’appoggio aggiuntivo.

È altrettanto importante prevedere un sistema di illuminazione dedicato per l’isola. Si può scegliere di integrare le luci all’interno della cappa oppure optare per un sistema di illuminazione a sospensione che possa creare più punti luce lungo tutta la superficie dell’isola e che possa anche completare con personalità l’arredo della cucina.

Devi realizzare un progetto di Interior Design?
Devi arredare casa o un singolo ambiente?

Scegli una falegnameria di alto livello.
Contattaci

Il Piccolo, falegnameria a conduzione familiare di seconda generazione, apre il proprio showroom a Lugano. Con oltre 50 anni di esperienza, Il Piccolo porta con sé un bagaglio di conoscenze tecniche e progettuali di assoluto livello, grazie ai numerosi interni progettati e arredati in tutto il mondo. Inoltre, Il Piccolo rappresenta i brand più prestigiosi dell’arredamento mondiale.
Il Piccolo progetta, produce e vende il meglio dell’interior design made in Italy, seguendo il cliente dalla progettazione fino alla realizzazione, consegna e posa del lavoro, integrando il processo con un servizio di assistenza preciso e professionale. CONTATTACI!

Altri articoli dal nostro blog

Scopri i trend dell'interior design nel 2021! Scarica l'e-book