Il Piccolo Blog

Essenzialismo, spazi razionali e pace:  minimal chic interior design ha regole ben precise

minimal chic interior design

Less s more, nella casa e nella vita

L’interior  design minimale ha una lunga storia alle spalle. Il primo fu, agli inizi del ‘900 con Adolf Loos e si è sviluppato con un genio dell’architettura quale Mies Van der Rohe.

Cosa significa puntare su un interior design che sia minimal? Esso, come il minimalismo inteso come filosofia di vita che si oppone al consumismo, fa del motto less is more il suo cardine. Ovvero, rinunciare al superfluo. Vuol dire qualità e non quantità, pochi oggetti e pochi mobili, ciascuno al posto giusto. Arredare con solamente ciò che serve, senza nulla in più.  E ci sono delle linee guida precise.

Nel minimal chic interior design, i vari ambienti saranno arredati col minimo indispensabile ed avranno una forte coerenza tra loro. Si avrà dunque un arredamento ridotto all’osso e omogeneo. Dato che si punta ad avere ciò che serve e nulla più, l’arredamento è improntato alla funzionalità. Dettaglio pratico: la casa sarà facile da pulire.

minimal chic interior design

Per i colori, si scelgano tinte neutre e luminose

Lo spazio, nel minimal chic interior design, viene studiato con estrema attenzione. Le forme sono essenziali, ma ciò non vuol dire sacrificare l’estetica. Chi sceglie il minimalismo, sfrutta nel migliore dei modi lo spazio che ha a disposizione, con razionalità. I mobili avranno poco ingombro e forme geometriche e pulite. Si può avere meno, però con stile e classe. Bisogna infatti stare attenti a valorizzare ciò che si ha: ogni elemento ha un perché.

Le pareti devono essere di un colore tenue, pastello o anche bianche. Piacciono molto tinte che richiamino la terra, come verde, alcuni marroni e i grigi, magari tortora.

I colori neutri citati andrebbero utilizzati per tutto l’arredamento. Essi contribuiscono a creare un ambiente luminoso, fondamentale in questa tipologia di casa. In particolare, viene valorizzata quella naturale. Importante è illuminare ogni angolo, con l’aiuto se serve anche di quella artificiale.

I materiali del minimal chic interior design: no agli sprechi!

Nell’interior design di ispirazione minimalista si deve fare attenzione ai materiali usati. Anche in questo caso, è corretto effettuare scelte che vadano contro lo spreco: per cui, via libera che siano anche capaci di durare nel tempo. A farla da padrone è spesso il legno, espressione della natura, in particolare con acero, abete, bambù. Si tratta di legni chiari, che portano ariosità, luminosità e possono essere usati non solo per i mobili ma anche per pavimenti e rivestimenti.

Vetro, cemento e acciaio sono utilizzabili in ogni stanza, dalla cucina al bagno. Per quanto concerne i tessuti, si adattano perfettamente allo stile minimalista il cotone e il lino e materiali più grezzi come la iuta. Spesso si usano materiali diversi per creare un sapiente contrasto, con un effetto raffinato, giocando con una palette di colori costante.

minimal chic interior design

Le varie stanze in un minimal chic interior design

In cucina si prediligano forme lineari, con vani, cassetti e pensili in cui riporre pentole e utensili, in modo che nulla sia lasciato in giro. E attenzione, sebbene il vetro sia molto usato, le vetrine non piacciono. Gli oggetti, infatti, vanno nascosti e non mostrati come in altri stili. La visione di insieme è omogenea.  La camera da letto di una casa che fa del minimal chic interior design il suo credo deve essere molto rilassante, grazie anche ai colori tenui. Ovviamente, ci saranno solo oggetti essenziali: il letto, magari basso, l’armadio (meglio se cabina armadio) e poco altro. Per quanto concerne il bagno, minimalista non significa senza comfort. Piacciono gli specchi di grandi dimensione, i sanitari sospesi e box doccia molto semplici e lineari, magari ricavati in una nicchia. Sì anche a docce walk in.

Pace e serenità. Sì alle piante, ma solo quelle verdi

Un minimal chic interior design dovrebbe portare a una sensazione di pace e serenità, permettendo alla persona che la abita di riconnettersi con sé stessa. Per questo motivo, l’uso di piante, soprattutto sempreverdi o cactus.

Devi realizzare un progetto di Interior Design?
Devi arredare casa o un singolo ambiente?

Scegli una falegnameria di alto livello.
Contattaci

Il Piccolo, falegnameria a conduzione familiare di seconda generazione, apre il proprio showroom a Lugano. Con oltre 50 anni di esperienza, Il Piccolo porta con sé un bagaglio di conoscenze tecniche e progettuali di assoluto livello, grazie ai numerosi interni progettati e arredati in tutto il mondo. Inoltre, Il Piccolo rappresenta i brand più prestigiosi dell’arredamento mondiale.
Il Piccolo progetta, produce e vende il meglio dell’interior design made in Italy, seguendo il cliente dalla progettazione fino alla realizzazione, consegna e posa del lavoro, integrando il processo con un servizio di assistenza preciso e professionale. CONTATTACI

Il Piccolo, attivita’ di famiglia di seconda generazione, apre il proprio showroom a Lugano. Con oltre 40 anni di esperienza Il Piccolo porta con sé un bagaglio di conoscenze tecniche e progettuali di assoluto livello, grazie ai numerosi interni progettati e arredati in tutto il mondo. Inoltre, Il Piccolo rappresenta molti dei marchi

Iscriviti alla Newsletter

Altri articoli dal nostro blog

Scopri i trend dell'interior design nel 2021! Scarica l'e-book