Il Piccolo Blog

Un armadio angolare per sfruttare lo spazio, ma senza rinunciare all’estetica

armadio angolare

Che tipo di mobile è un armadio angolare di alto pregio? Quali sono i benefici funzionali ed estetici che si ricevono inserendolo nella propria stanza da letto? Quali sono gli stili di arredamento che meglio si accompagnano a un armadio ad angolo? E ancora: questo particolare tipo di mobile è adatto anche per la camera dei bambini? Oppure il suo uso deve essere limitato alle stanze che ospitano gli adulti?

Queste sono alcune delle domande a cui darà risposta il nostro articolo. Se hai deciso di acquistare un armadio angolare di lusso oppure sei un designer che ne vorrebbe inserire almeno uno in un proprio progetto di interior design, la nostra guida ti darà tutte le risposte che stai cercando.

Vediamo dunque come gli armadi ad angolo si collocano nei diversi ambienti casalinghi, quali vantaggi portano ai loro proprietari e quali sono gli stili di arredamento che la loro presenza contribuisce a valorizzare.

L’armadio angolare: una soluzione salvaspazio (con stile)

Molto spesso, un armadio angolare rappresenta un elemento d’arredo fondamentale, perché è in grado di fondere praticità e design in poco spazio. La nostra affermazione non è esagerata, e adesso citeremo tutte le evidenze che la avvalorano.

Partiamo da una considerazione che ha un carattere generale. Che cos’è un armadio? È un mobile che è sempre indispensabile nelle stanze da letto, perché è un arredo che assolve a un’importante incombenza: deve accogliere e conservare tutti i nostri vestiti in maniera ordinata.

Nonostante la sua preziosa funzione, in tante situazioni le dimensioni dell’armadio possono rappresentare un problema. Ciò capita quando gli spazi della camera sono quelli che sono, cioè sono piuttosto risicati. Che fare in una situazione di questo tipo? È presto detto: scegliere un armadio angolare è la scelta che mette tutti d’accordo, sia il proprietario di casa che l’interior designer. In effetti, un armadio ad angolo permette senza alcun dubbio di risparmiare spazio, così da poter inserire nella camera altri mobili. In alternativa all’introduzione di altri elementi d’arredo, lo spazio risparmiato può servire anche solo per lasciare dei vuoti “strategici”, cioè per dare un maggiore “respiro” alla stanza.

In altre parole, un armadio angolare è la scelta che libera dall’ingombro che invece dà un modello più tradizionale di armadio. Se vogliamo fare qualche esempio specifico, possiamo dire che lo spazio guadagnato dal mobile con struttura angolare sarà per esempio utile per introdurre un letto più grande. D’altro canto, il letto è un elemento dell’arredo che rappresenta l’indiscusso protagonista nelle camere dedicate al riposo. Quindi è normale che abbia la precedenza in ottica progettuale.

In sostanza, un armadio ad angolo è un modo intelligente per “dare più respiro” a quelle stanze che, altrimenti, rischierebbero di soffocare. Allo stesso tempo, si tratta senz’altro di un’opzione “stilosa”, perché un armadio fatto ad angolo conferisce alla stanza un carattere particolare. Non è un caso che sempre più designer creino progetti che, anche grazie all’introduzione di armadi angolari, realizzano delle camere da letto che sono delle autentiche oasi di relax.

armadio angolare

Stai cercando un armadio angolare? Hai due possibilità per la tua scelta

Per quanto abbiamo detto fin qui, è evidente che un arredo di questo tipo non è una soluzione adatta per tutte le esigenze. In effetti, il mobile è consigliato soprattutto a chi ha poco spazio e, di riflesso, deve per forza fare economia di volumi.

In tal senso, l’armadio ad angolo è per esempio la scelta ideale per chi vive in una mansarda collocata all’interno di un appartamento di alto pregio. Si sa: il tetto a spiovente della mansarda toglie parecchio spazio. Ed è una cosa che pone diverse difficoltà progettuali a un interior designer. In un simile ambiente, un mobile particolare come un armadio angolare è, in pratica, una vera e propria necessità d’arredamento.

Come si evince già dal loro nome, gli armadi ad angolo seguono l’andamento dei muri dell’appartamento. Per essere precisi, questi arredi si appoggiano a due muri tra loro perpendicolari, formando per l’appunto un angolo. La loro specifica conformazione influenza dunque tutto l’aspetto della stanza e, di conseguenza, impone delle scelte di interior design che devono essere coerenti con le caratteristiche del mobile.

Cerchiamo allora di capire quali sono le varie possibilità per introdurre un armadio ad angolo nella propria camera, nel rispetto delle proprie esigenze di arredamento. Diciamo subito che, in sostanza, le soluzioni possibili per un armadio angolare sono due. Nel primo caso, l’armadio può seguire in modo fedele l’andamento delle pareti, creando a un certo punto un angola a 90° tra due ante consecutive – che di fatto, grazie a meccanismi di apertura appositi, diventeranno una sola.

Nel secondo caso, invece, si può ricorrere ad un elemento d’angolo di dimensioni maggiori, che raccordi le due ali laterali con un unico pannello frontale, posto in diagonale. Con questa seconda soluzione, si avranno degli angoli meno netti. Tale configurazione è generalmente ritenuta come la più moderna e la più versatile tra le due differenti tipologie di armadio angolare.

Ma non è finita qui. Abbiamo infatti detto che un armadio ad angolo non è una soluzione standard. Si possono fare molte altre considerazioni a prova di ciò. Prendiamo per esempio la parte angolare del pezzo. Essa può essere centrata rispetto a due ali lineari oppure può costituire la parte terminale o iniziale. Entrambe le opzioni sono scelte di arredamento assolutamente valide. Dunque, anche da questi semplici esempi si comprende quanto un armadio angolare non costituisca un’opzione standard, ma tutt’altro.

In estrema sintesi, un armadio realizzato ad angolo è un mobile che si presta a più soluzioni di design. Il risultato è spesso sorprendente, perché si riescono a creare ambienti davvero unici e capaci in effetti di stupire. Il gusto e le abilità progettuali dell’interior designer, unite all’esperienza della falegnameria che costruisce il pezzo, si rivelano fondamentali per determinare un pieno successo.

Arrivati a questo punto della guida, ci sentiamo di dare un consiglio. Occorre sempre fare attenzione alle dimensioni minime, quando si vuole introdurre nella stanza da letto un armadio angolare. Come mai chiediamo di fare tanta attenzione su questo punto? Per una questione sia di funzionalità che di equilibri generali del progetto d’arredo. In effetti, per quanto un armadio ad angolo rappresenti una soluzione salvaspazio, non si può esagerare nella scelta delle sue dimensioni minime. Vale a dire che non si può scendere sotto una determinata soglia.

armadio angolare

Il nostro suggerimento è dunque il seguente: bisognerebbe pensare a un mobile che misuri almeno 106 centimetri per 106 centimetri. Dal canto suo, la profondità dell’armadio angolare dovrebbe essere di almeno di 60 centimetri. Se c’è più spazio, si potrebbero aggiungere delle cassettiere e, eventualmente, una cabina armadio. Quest’ultima fungerebbe da spogliatoio. Ad ogni modo, scendere al di sotto delle dimensioni che abbiamo consigliato potrebbe essere un azzardo di cui poi rammaricarsi.

In altre parole, quelle indicate sopra sono le misure minime da cui partire. Se si desidera che le ante dell’armadio ad angolo abbiano una forma curva o comunque arrotondata – per dare un’idea di movimento alla composizione –, occorre allora considerare di aggiungere qualche centimetro. Ciò darà la percezione di una composizione più armonica e andrà a beneficio non solo dell’armadio angolare, ma dell’armonia della stanza intera.

E per quanto riguarda le altezze degli armadi ad angolo? Per questa dimensione non esistono invece delle misure minime da rispettare. Di conseguenza, ci si regolerà in base alla stanza e agli ingombri degli altri arredi che in essa sono presenti.

Infine, che forma deve avere un armadio angolare? Anche qui, è d’obbligo riflettere sulle misure della camera e su che cosa si vuole riporre nel mobile. Se per esempio dovrà ospitare indumenti non particolarmente voluminosi, come cravatte, giacche e pantaloni, un armadio stretto è l’idea senz’altro migliore. Per altri tipi di abiti più ingombranti, è decisamente meglio prevedere un mobile dalle dimensioni più generose.

Ad ogni modo, come sempre, la scelta ideale è un compromesso tra gli spazi a disposizione, la funzionalità che l’armadio angolare deve garantire e lo stile d’arredo della stanza. Anche qui: l’esperienza del progettista e le capacità tecniche della falegnameria faranno di certo la differenza.

Non vuoi che l’armadio ad angolo sia troppo evidente? Ecco la soluzione…

Alcuni hanno il timore che un armadio angolare possa balzare troppo all’occhio. Temono che possa rubare la scena ad altri arredi, diventando protagonista non richiesto dell’arredamento della stanza. In sintesi, la loro paura è che possa risultare un mobile poco discreto.

Nulla di più sbagliato. Infatti, un bravo interior designer sa studiare gli accorgimenti progettuali migliori per rendere l’armadio meno evidente. Per esempio, è possibile mascherare le spalle del mobile, che in genere sono punti che non danno un importante contributo estetico. Ci sono insomma delle parti della struttura dell’armadio ad angolo su cui l’interior designer può intervenire, con l’obiettivo di metterle in secondo piano, così da creare un effetto ottico che, in qualsiasi tipo di stanza da letto, renda discreta la presenza dell’armadio angolare.

In linea di massima, qualunque parte a vista degli armadi angolari può essere arrotondata, in modo da far apparire il mobile – nel suo complesso – meno evidente. Occorre però fare attenzione che tali arrotondamenti non vadano a incidere sulla capienza interna del pezzo. Dunque, la scelta ideale è sempre un compromesso, cioè un equilibrio tra le esigenze estetiche e quelle legate alla funzionalità. D’altro canto, le finiture sono gli elementi più spesso decisivi per rendere il proprio armadio ad angolo capiente e non troppo ingombrante dal punto di vista fisico e visivo.

Un armadio angolare è un elemento d’arredo dalle sorprendenti capacità di adattamento

Abbiamo detto che gli armadi ad angolo si possono adattare a qualsiasi stile di arredamento. Ciò è vero anche perché possono essere costruiti in tanti materiali diversi. Da questo punto di vista, non ci sono dei veri limiti per un armadio di questo tipo: può essere creato in varie fogge e in vari stili, usando le più disparate tipologie di legno pregiato.

Esistono armadi ad angolo di tipo classicheggiante, così come ce ne sono di molto semplici nella struttura. Non sono una sorpresa nemmeno i mobili dalle forme più moderne. Il limite è solo la fantasia di chi commissiona il pezzo e della falegnameria che ne esegue la costruzione. A testimonianza di ciò, si tenga presente che, spesso, un armadio angolare viene richiesto su misura, dal momento che deve adattarsi al meglio alla stanza che lo ospiterà. Pertanto, si può davvero spaziare nelle soluzioni, così da essere molto liberi nelle scelte costruttive.

Dunque, si può anche decidere di creare il mobile in legno, che è d’altronde l’elemento evergreen per la creazione degli armadi ad angolo. Il legno può essere adoperato nel suo colore naturale oppure laccato, per ottenere la stessa tinta di colore della camera da letto.

Per rendere ancor più prezioso e raffinato il proprio armadio, si può optare anche per l’uso del vetro – un materiale molto ricercato per questo tipo di elementi di arredo. Oppure si può preferire addirittura un sistema di specchiature. Fare una scelta piuttosto che un’altra dipende ovviamente da quanto si desidera che l’armadio sia in evidenza nella stanza.

Un armadio angolare è adatto anche alle stanze dei bambini?

Chi ha detto che un armadio ad angolo è un’opzione da considerare solo per la stanza da letto padronale? In effetti, questo mobile è adeguato anche per la camera di un bambino. Non esistono infatti particolari ostacoli progettuali o altre difficoltà di sorta.

Un piccolo consiglio, per avere ancor più spazio a disposizione. Si può attrezzare il fianco del mobile con una serie di mensole, da coordinare con le ante dell’armadio o con gli altri arredi presenti nella stanza.

Devi realizzare un progetto di Interior Design?
Devi arredare casa o un singolo ambiente?

Scegli una falegnameria di alto livello.
Contattaci

Il Piccolo, falegnameria a conduzione familiare di seconda generazione, apre il proprio showroom a Lugano. Con oltre 50 anni di esperienza, Il Piccolo porta con sé un bagaglio di conoscenze tecniche e progettuali di assoluto livello, grazie ai numerosi interni progettati e arredati in tutto il mondo. In particolare, Il Piccolo ha una grande esperienza nella progettazione e nella realizzazione di più modelli di armadio angolare. Infine, Il Piccolo rappresenta i brand più prestigiosi dell’arredamento mondiale.
La nostra società progetta, produce e vende il meglio dell’interior design made in Italy, seguendo il cliente dalla progettazione fino alla realizzazione, consegna e posa del lavoro, integrando il processo con un servizio di assistenza preciso e professionale. Cerchi l’armadio ad angolo ideale per la tua stanza? CONTATTACI!

Il Piccolo, attivita’ di famiglia di seconda generazione, apre il proprio showroom a Lugano. Con oltre 40 anni di esperienza Il Piccolo porta con sé un bagaglio di conoscenze tecniche e progettuali di assoluto livello, grazie ai numerosi interni progettati e arredati in tutto il mondo. Inoltre, Il Piccolo rappresenta molti dei marchi

Iscriviti alla Newsletter

Altri articoli dal nostro blog

Scopri i trend dell'interior design nel 2021! Scarica l'e-book