Il Piccolo Blog

Come arredare casa in stile shabby chic

come arredare casa shabby chic

Lo stile shabby chic si è diffuso a partire dagli anni Ottanta e ha da subito riscosso un notevole successo. Nasce dall’esigenza di trasportare nell’epoca moderna gli arredi tipici dei cottage di fine Ottocento. L’obiettivo è quello di mantenere la bellezza di questi mobili e la loro capacità di rendere gli ambienti familiari e accoglienti e, allo stesso tempo, rinfrescare un po’ l’atmosfera. Attraverso l’uso di vernici di colore chiaro e tecniche di sbiancatura del legno, il risultato sono arredi di grande personalità e dall’aspetto romantico.

Quali sono gli elementi distintivi di un ambiente arredato in stile shabby chic

L’espressione shabby chic è in realtà un po’ un paradosso, dal momento che shabby sta a indicare qualcosa di trasandato e di usurato, mentre chic indica qualcosa di estremamente raffinato ed elegante. Anche se all’apparenza questi due concetti possono sembrare in antitesi e difficilmente conciliabili, gli arredi in stile shabby chic dimostrano che la loro convivenza non solo è possibile, ma permette il raggiungimento di ottimi risultati.

Lo stile shabby chic riesce a essere romantico ed elegante allo stesso tempo, grazie a un sapiente uso dei colori e alla grande attenzione ai dettagli. I veri protagonisti in una casa arredata in stile shabby chic sono i mobili, trattati e verniciati per dare loro un aspetto invecchiato e polveroso.

Il perfetto arredo in stile shabby prevede il recupero di mobili antichi, da riverniciare e da decorare secondo le proprie preferenze. Sono perfetti a questo scopo gli arredi di epoca vittoriana o i mobili recuperati dalle case di campagna. Attraverso il decapaggio e la verniciatura, l’aspetto dei mobili viene trasformato. Si perde la raffinatezza dei mobili antichi e lo splendore della loro vernice lucida e si guadagna un mobile in cui la forma e le venature del legno sono sottolineate dall’uso di vernici chiare.

Il bianco, il grigio perla, le tonalità pastello e il color crema sono le tonalità più frequenti negli arredi shabby chic. Per dare agli arredi un aspetto delicato e romantico si usano vernici opache che danno alle fibre legnose un aspetto in qualche modo grezzo e, appunto, trasandato.

shabby chic

Come comporre l’arredo in stile shabby chic

Arredare la propria casa in stile shabby chic è un’ottima idea per gli amanti del fai da te e per gli appassionati di antiquariato che amano girare per i mercatini alla ricerca di mobili d’epoca. Usare mobili di recupero provenienti da casali di campagna riesce anche ad assicurare un risultato davvero personale, perché basato sull’uso di pezzi unici.

La cucina è forse la stanza della casa in cui lo stile shabby chic riesce a esprimere al meglio tutto il suo fascino. Le scaffalature ricche di dettagli e di modanature catturano subito l’attenzione e l’uso di tonalità delicate come l’azzurro o il lavanda danno un aspetto sofisticato alla stanza. Per esaltare l’atmosfera che richiama le case di campagna si possono inserire piatti in ceramica fatti a mano o decorazioni retrò come vecchi orologi da parete. I tessili per la cucina sono realizzati in tessuti naturali e organici: il cotone è un classico intramontabile, ma chi vuole sottolineare gli aspetti più rustici di questo stile può scegliere canovacci e tovaglie in lino o in canapa.

Soggiorno e salone sono gli spazi da condividere in famiglia o con gli amici. Un comodo divano imbottito, qualche sedia a dondolo arricchita di morbidi cuscini e un tavolo da tè realizzato in vimini creano subito la giusta atmosfera per trascorrere qualche ore in piacevole compagnia. Il tutto con credenze, vetrinette e madie a fare da sfondo.

Le camere da letto arredate in stile shabby chic sono caratterizzate da un perfetto equilibrio tra la delicatezza dei colori e l’abbondanza delle decorazioni. I letti in ferro battuto sono particolarmente indicati per questo stile, così come l’uso di coperte recuperate dal corredo delle nonne. Pizzi, merletti e lenzuola tessute a mano si fondono perfettamente con il resto dell’arredo. Per dare un tocco di colore all’ambiente si possono usare dei cuscini con pattern floreali o dei tappeti, anche a pelo lungo, nei colori pastello tipici di questo stile.

Per la stanza da bagno si può ricorrere all’uso di specchi con cornici in ferro, portasapone in ceramica e mobiletti in legno su cui appoggiare gli asciugamani. Si fa spesso uso anche di lavabi da appoggio sistemati su mobili di recupero. Per un risultato ancora più originale, si può scegliere un lavabo realizzato con oggetti particolari come secchi, lavabi in pietra o vecchi catini in ceramica decorata.

Devi realizzare un progetto di Interior Design?
Devi arredare casa o un singolo ambiente?

Scegli una falegnameria di alto livello.
Contattaci

Il Piccolo, falegnameria a conduzione familiare di seconda generazione, apre il proprio showroom a Lugano. Con oltre 50 anni di esperienza, Il Piccolo porta con sé un bagaglio di conoscenze tecniche e progettuali di assoluto livello, grazie ai numerosi interni progettati e arredati in tutto il mondo. Inoltre, Il Piccolo rappresenta i brand più prestigiosi dell’arredamento mondiale.
Il Piccolo progetta, produce e vende il meglio dell’interior design made in Italy, seguendo il cliente dalla progettazione fino alla realizzazione, consegna e posa del lavoro, integrando il processo con un servizio di assistenza preciso e professionale. CONTATTACI!

Altri articoli dal nostro blog

Scopri i trend dell'interior design nel 2021! Scarica l'e-book