Il Piccolo Blog

Paola Navone, la designer che unisce Oriente e Occidente, passato e futuro

Paola Navone

Paola Navone, una mente eclettica innamorata dei viaggi

Paola Navone è stata definita una delle menti più eclettiche del design italiano. L’Italia è un’eccellenza nell’arredamento, grazie alla sua tradizione e ai suoi marchi, dalle cucine agli armadi e ai divani fino alle creazioni in cristallo e ai suoi designer, si pensi a Piero Lissoni. E Paola Navone rientra senza dubbio nei designer di spicco.

Paola Navone è designer, architetto e interior decorator oltre che saggista e insegnante: tante carriere, tante passioni per una personalità brillante che si è sempre detta ispirata dai viaggi. Paola Navone infatti ha girato molto il mondo, realizzando il sogno giovanile di andare in Africa collaborando con delle ricerche in Camerun, per poi passare lunghi anni, addirittura 16, in Oriente (Cina, a Hong Kong, e successivamente, nelle Filippine, in Indonesia, in Malesia e in Thailandia).

Il gruppo “Alchimia” e i premi internazionali nella carriera di Paola Navone

Di ritorno dal Camerun Paola Navone si è laureata in architettura ed è entrata a far parte di “Alchimia”, gruppo che rappresentava il versante antiaccademico e provocatorio della storia culturale del design italiano. Appena fresca di laurea Navone sapeva di essere destinata a una carriera con idee fuori dagli schemi.

Il primo premio importante per la eclettica Navone è arrivato nel 1983, quando aveva 33 anni. Era la prima edizione dell’International Design Award di Osaka: leggendario il fatto che avrebbe dovuto inserire nel dossier di candidatura un solo disegno e ne scelse 40, incapace di fermarsi a uno solo. Nel suo carnet c’è anche il fatto di essere stata scelta come Designer dell’anno dalla prestigiosa rivista tedesca Architektur & Wohen e la vittoria dell’Elle Deco International Design Awards.

Con chi ha lavorato Paola Navone

Armani Casa, Knoll International, Alessi, Driade, Casamilano, Dada, Molteni, Bisazza, Emu, Roche Bobois, Swarovski, Riva 1920, Baxter, Poliform, Ivano Redaelli e Lando sono solo alcuni tra i marchi prestigiosi con cui Paola Navone ha collaborato. La designer dal 1998 è direttrice artistica nella Gervasoni, società che ha il suo perché e una lunga storia nel mondo del design. Per loro ha creato per esempio la linea Ghost, divani, letti, poltrone e divani letto di pregevole fattura caratterizzati da una grande versatilità. Si occupa di disegnare tantissime tra le linee dell’azienda, di cui è un personaggio di spicco.

Navone e il “tham ma da”

Paola Navone ha uno stile anticonvenzionale e, non poteva essere altrimenti, eclettico, che fonde quanto ha portato con sé dai vari viaggi, partendo dall’Africa sino all’Oriente. Unisce ciò che ha imparato e visto in giro per il mondo con la realtà occidentale, cercando sempre nuove forme e nuovi materiali da usare. L’ispirazione di Navone viene dal passato, ma strizza anche un occhio al futuro.

Lei stessa ha definito il suo lavoro “tham ma da”, che in tailandese significa “ogni giorno”. Cosa intende con ciò Paola Navone? Vuole specificare come l’ispirazione le arrivi dal quotidiano, dalla realtà quotidiana.

Ha progettato mobili e oggetti molto diversi tra loro, dalle lampade ai divani. E mai banali, come lo potrebbero essere una volta capita la personalità di Paola Navone? La Sweet 96 per esempio è una lampada a sospensione, intrecciata in PVC, pensata per Gervasoni, che unisce tutte le caratteristiche del suo gusto: da essa derivano anche una collezione di poltrone e divani. Nel mondo del salotto, oltre a linee diverse con Gervasoni, ha creato il divano componibile Panda Sofa per Capellini, oltre alla collezione di poltrone, chaise-longue e tavolini per esterno ed interno “Low Lita” per Slide, dove unisce linee pulite e stile giocoso.

Anche gli allestimenti nella vita di Paola Navone

Tra le idee di Paola Navone c’è persino un servizio di porcellana, caratterizzato da decorazioni che richiamano la pennellata di un pittore.

Le varie suggestioni raccolte in giro per il mondo l’hanno aiutata a creare anche numerosi mobili etnici. Negli ultimi anni ha progettato diversi hotel, oltre a interni di case, showroom, ristoranti, negozi.

È anche ideatrice e coordinatrice di allestimenti per importanti manifestazioni nel mondo.

Devi realizzare un progetto di Interior Design?
Devi arredare casa o un singolo ambiente?

Scegli una falegnameria di alto livello.
Contattaci

50 anni di esperienza, Il Piccolo porta con sé un bagaglio di conoscenze tecniche e progettuali di assoluto livello, grazie ai numerosi interni progettati e arredati in tutto il mondo. Inoltre, Il Piccolo rappresenta i brand più prestigiosi dell’arredamento mondiale.
Il Piccolo progetta, produce e vende il meglio dell’interior design made in Italy, seguendo il cliente dalla progettazione fino alla realizzazione, consegna e posa del lavoro, integrando il processo con un servizio di assistenza preciso e professionale. CONTATTACI!

Il Piccolo, attivita’ di famiglia di seconda generazione, apre il proprio showroom a Lugano. Con oltre 40 anni di esperienza Il Piccolo porta con sé un bagaglio di conoscenze tecniche e progettuali di assoluto livello, grazie ai numerosi interni progettati e arredati in tutto il mondo. Inoltre, Il Piccolo rappresenta molti dei marchi

Altri articoli dal nostro blog

Scopri i trend dell'interior design nel 2021! Scarica l'e-book